App per gestire la velocità della navigazione internet
App per gestire la velocità della navigazione internet
9 ottobre 2018

Trucchi per aumentare durata batteria dello smartphone

Trucchi per aumentare durata batteria dello smartphone

Trucchi per aumentare durata batteria dello smartphone

Bastano alcune buone abitudini per aumentare notevolmente la durata della batteria del nostro smartphone. Per applicarle non servono che pochi minuti!

Spesso ci ritroviamo con la batteria dello smartphone improvvisamente scarica e ci rendiamo conto che la sua durata è calata drasticamente nonostante il telefono in questione abbia solo pochi mesi di vita. Inoltre ci sembra di utilizzarlo per poche ore al giorno. Come è possibile?
In molti casi non è necessario sostituire la batteria o eseguire interventi tecnici sul dispositivo ma è sufficiente adottare delle buone pratiche per evitare sprechi inutili di energia. Dopo esserci assicurati che la batteria installata sia fisicamente integra e funzionante, così come il caricatore, non ci resta che seguire i suggerimenti nella pagina accanto per raddoppiare l’autonomia della batteria di smartphone e tablet.
Noteremo subito dei miglioramenti significativi.

Testiamo la batteria Nonostante i suggerimenti forniti siano ottimi in qualsiasi situazione. è importante capire in che stato di salute si trova la batteria installata nello smartphone.
Se abbiamo sempre eseguito dei cicli di ricarica completi. utilizzato accessori di ricarica originali e il dispositivo ha meno di un anno. molto probabilmente la batteria è ancora in ottimo stato e non è lei il problema.
Per eseguire una verifica precisa a riguardo, iOS mette a disposizione una funzione raggiungibile da Impostazioni > Batteria > Stato batteria che ci mostra in percentuale la capacità della batteria e un giudizio testuale sul suo stato “di salute”.
Se utilizziamo Android, possiamo scaricare l’applicazione gratuita AccuBattery, che attraverso un’interfaccia grafica curata e disponibile in italiano, ci mostra le principali informazioni sulla batteria.
Una capacità di ricarica disponibile superiore all’80% sarà ancora utilizzabile per diversi mesi, mentre se notiamo spegnimenti inattesi, rigonfiamento del dispositivo, surriscaldamento e un indice di capacità inferiore al 70%, allora dovremmo pensare di procedere alla sostituzione, recandoci necessariamente presso un centro di assistenza tecnica autorizzata dal produttore del nostro smartphone.

Chi spreca energia?

Sia iOS che Android dispongono di una funzione raggiungibile dalle impostazioni principali (spesso la troviamo nel menu Batteria/Utilizzo) che ci elenca in maniera dettagliata quali sono le attività o le componenti che stanno utilizzando più energia. indicandoci i consumi in termini orari e in percentuale.
Aiutandoci con questa funzione possiamo riconoscere i processi più costosi in termini energetici e decidere di interromperli o lavorare sulle relative impostazioni per ridurre eventuali sprechi.
Solitamente, i “divoratori di energia” sono la retroilluminazione dello schermo e le notifiche delle applicazioni: quante volte al giorno lo smartphone si illumina o emette un suono quando riceviamo un messaggio o quando qualcuno ci menziona sui social network?
Tutte le volte che riceviamo una notifica o un’app sta eseguendo dei processi in background. l’energia viene “rosicchiata” un po’. Se a queste attività si aggiungono ore di navigazione internet e alcune telefonate, la durata della batteria dello smartphone si ridurrà sempre di più.

TRUCCHI PER AUMENTARE LA DURATA DELLA BATTERIA SU IOS E ANDROID

1 – Disattiviamo le notifiche

Disinstalliamo le applicazioni che non usiamo mai e disattiviamo completamente le notifiche in tempo reale per la maggior parte delle app. escluse quelle di messaggistica, sveglie. posta e calendari.

2 – Regoliamo la luminosità

Spegniamo la regolazione automatica della luminosità dello schermo, impostandola al 50-70%: buona parte dell’autonomia della batteria viene spesa per retroilluminare il display dello smartphone.

3 – Spegniamo Wi-Fi, Bluetooth e NFC

Se non stiamo utilizzando queste connessioni. disattiviamole definitivamente accedendo alle impostazioni: insieme allo schermo. sono quelle che consumano più corrente.

4 – Stop agli aggiornamenti automatici

iOS e Android dispongono di una funzione che aggiorna automaticamente app e sistema operativo. Controlliamo manualmente eventuali rilasci, una volta a settimana.

5 – Attiviamo la modalità aereo

Se ci troviamo in una zona priva di segnale, utilizziamo modalità aereo: in questo modo lo smartphone non sprecherà autonomia ricercando continuamente un aggancio alla rete.

6 – Eseguiamo cicli di ricarica regolari

È buona abitudine caricare la batteria quando il livello scende sotto il 10% ed attendere la ricarica completa. Utilizziamo sempre accessori originali forniti in dotazione dal produttore.

 

Il nostro Voto
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.