Root smartphone android: utilizzare astro file manager
8 novembre 2013
App personal trainer: in forma con lo smartphone
2 dicembre 2013

Sbloccare il tethering sullo smartphone android

Sbloccare il tethering sullo smartphone android

La nuova versione di Android ti prosciuga il conto telefonico se navighi su Internet?

Con il diffondersi degli smartphone aumentano le offerte degli operatori telefonici che, oltre a chiamate ed SMS, propongono anche del traffico Internet per navigare in mobilità.

Grazie alla funzione di tethering, la banda larga mobile può essere sfruttata per navigare col notebook o col tablet, sfruttando lo smartphone come router Wi-Fi.

In pratica, attivando questa funzionalità è possibile configurare una piccola rete locale per consentire a tutti i dispositivi di collegarsi a Internet.

Il problema è che, con le versioni di Android dalla 4.1.2 in poi, gli indirizzi IP assegnati ai singoli dispositivi non vengono più “nattati” diventando quindi visibili su Internet.

Ciò comporta che alcuni operatori (ad esempio Vodafone) applicano a questi indirizzi la normale tariffazione per il collegamento a Internet, costringendoci quindi a pagare due volte per navigare sul Web, anche se continuiamo a sfruttare il traffico compreso nel piano tariffario.

Con un semplice trucco, però, possiamo tornare a sfruttare il tethering del nostro smartphone e tornare a navigare senza spendere un centesimo in più!

Servono permessi giusti

Per sbloccare il tethering sullo smartphone è necessario acquisire prima i diritti di amministratore.

La procedura che vedremo nei passi a quella relativa al Samsung Galaxy S2.

Colleghiamoci al sito http://www.androidgalaxys.net/DWL/odin/ e scarichiamo il file Odin vl.83.rar cliccando Download.

Ecco il kernel modificato.

Verifichiamo quale kernel è installato nello smartphone digitando *#1234# dal tastierino numerico.

Colleghiamoci a http://forum.xda-developers.com/showthread.php?t=1103399 e scarichiamo il file corretto, verificando che corrispondano almeno la penultima e terzultima lettera del nome con quella giàa installata.

Ci siamo quasi!

Terminato il download, scompattiamo l’archivio compresso del nuovo kernel in una qualsiasi cartella dell’hard disk o sul Desktop: al suo interno troveremo il nuovo aggiornamento in formato TAR.

Avviamo il tool Odin e clicchiamo sul pulsante PDA, quindi selezioniamo il file del kernel.

La giusta modalità

Riavviamo lo smartphone in modalità Download Mode premendo contemporaneamente i tasti Power, Home e Volume giù e colleghiamolo al PC via USB.

Se il dispositivo viene correttamente riconosciuto da Odin, nel campo Message comparirà Added e lo slot in alto 1D: COM cambiera colore.

Lo smartphone è “rootato”.

Se tutto è corretto, clicchiamo sul pulsante Start.

Pochi secondi e Odin farà il suo dovere: il root a attivo!

Per conferma, verifichiamo la presenza nel menu delle applicazioni del programma SuperSU.

Possiamo quindi scollegare lo smartphone dal computer e riavviarlo normalmente.

Sblocchiamo il tethering

A questo punto, da Google Play cerchiamo l’app Tether Unlocker: installiamola tappando Installa e poi avviamola con Apri.

Al primo avvio, l’app mostrera un breve messaggio pubblicitario.

Al termine, dalla sua interfaccia principale tappiamo sblocca il tethering.

E buona navigazione!

 

Il nostro Voto
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.